LURKVILLE

“La notte correva leggera oltre i vetri sporchi della grande finestra del solaio. La porta dell’atrio era aperta. Insolito. E sbatteva regolarmente, sospinta da dolci folate di vento. La luna illuminava gran parte della fattoria, generando ombre a ogni sospiro. Tutto intorno solo silenzio. A parte la porta, il vento e quell’insolito lamento lontano…”.